Ultima modifica: 24 agosto 2017

Ardea, assistenza scolastica disabili: il Comune taglia il servizio al disabile “non grave”

Fa discutere la risposta pervenuta il 10 agosto al dirigente dell’Istituto Comprensivo Ardea III, prof. Carlo Eufemi, da parte del dirigente del Comune di Ardea Giovanni Cocuzza in merito alla richiesta fatta da parte del preside della scuola all’amministrazione comunale di servizio AEC per l’anno scolastico 2017/2018.


Il servizio di sostegno per gli alunni con disabilità era stato inoltrato da Eufemi per garantire a tutti i bambini portatori di handicap di varia natura la possibilità di andare a scuola e di frequentarla in maniera ottimale.
Ma il Comune ha fatto un distinguo, specificando che all’assistenza hanno diritto solo i piccoli con disabilità riconosciuta dal servizio di Neuro Psichiatria Infantile (in questo caso l’UOMPI di Pomezia) e dalla certificazione ICD10 per l’integrazione scolastica. Gli altri, quelli compresi nella Legge 104, articolo 3 comma 1 “non beneficeranno del predetto servizio”.
continua su http://www.ilcorrieredellacitta.com/

Lascia un commento